Notice: Undefined property: stdClass::$latitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531

Notice: Undefined property: stdClass::$longitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531
5 modi per non scompigliare i ricci durante la notte 5 modi per non scompigliare i ricci durante la notte
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

No Comments

5 modi per non scompigliare i ricci durante la notte

5 modi per non scompigliare i ricci durante la notte
Fonte: tallncurly.com

Uno dei difetti dei cappelli ricci è che la mattina ci si sveglia sempre come nell’immagine soprastante: con una parte piatta, uno dei due lati o dietro nella parte della nuca, che forse è anche peggio.

Non possiamo prendercela con quel poveretto che ci dorme accanto per la sua faccia spaventata da “ho visto un mostro”, che molto probabilmente è la prima cosa che si palesa davanti ai nostri occhi appena aperti.

Ci sono solo due vie di fuga:

1. Mettere la sveglia quelle due-tre ore prima dell’altro e nell’ordine: alzarsi, farsi lo shampoo, balsamo, asciugare con il diffusore (tempo minimo: 30 minuti) e tornare a letto cinque minuti prima che la svegli di lui suoni, facendo finta di dormire. Un po’ come quelle donne dei film, che si svegliano con due chili di fondotinta in faccia e la matita neanche un pochino sbavata.

2. Applicare uno dei trucchetti spiegati in questo articolo. Io l’ho fatto e devo dire che l’aspetto dei miei ricci a prima mattina è nettamente migliorato.

Ho messo queste tecniche in ordine di imbarazzo: dalle meno imbarazzanti, che conservano la vostra dignità di donna, a quelle che se dormite in compagnia vi faranno sentire tanto Sandra Mondaini.

1. La federa giusta

Abolite la classica federa di cotone che dopo tre lavaggi diventa carta vetrata ed elettrizzerà i vostri ricci al solo contatto.

Optate invece per una federa di seta, raso o satin che non elettrizzerà i vostri ricci. L’effetto lato piatto non è del tutto risolto, ma almeno vi risparmiate un sacco di crespo.

dormire su una federa di raso

2. La tecnica dell’ananas

Consiste in pratica nel fare una coda molto alta e sopratutto non stretta e poi far scendere i capelli sul davanti e o comunque non dalla parte che sarà appoggiata sul cuscino.  Per i dettagli su come fare, qui trovate una descrizione con immagini. Se avete raggiunto l’aspetto di un’ananas vorrà dire che l’avete fatta per benino e siete pronte per infilarvi sotto le coperte.

Questa tecnica è adatta alle ricce con i capelli lunghi. Dal punto di vista estetico è  la meno peggio, perché le altre, vedrete, non sono propriamente sexy.

fonte:naturallycurly

fonte:naturallycurly

3. Il foulard (preferibilmente di seta)

L’effetto è un po’ da talebano ma sicuramente il risultato è ottimale. I vostri ricci saranno protetti e non faranno a pugni con il cuscino.

Il concetto è lo stesso della foto seguente, ma il risultato non è proprio così sexy.

fonte:http://kinkycurls.tumblr.com/post/46556823263/http-whrt-it-ygjl4m

fonte:http://kinkycurls.tumblr.com/post/46556823263/http-whrt-it-ygjl4m

4. La t-shirt

plopping

5. La cuffia in raso

E’ la tecnica che io ho scelto. Prima di andare a letto indosso la cuffia, inserendoci tutti i ricci dentro. La metto a testa in giù, perché ho notato che applicandola a testa in su i capelli, soprattutto quelli davanti, risultavano un po’ piatti al mattino.

cuffia satin

Ecco un video (in inglese) su come mettere in pratica l’ananas, il foulard e la t-shirt. Buona notte ricce!

E quando suona la sveglia? Qui trovate consigli su come gestire i ricci al mattino.