Notice: Undefined property: stdClass::$latitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531

Notice: Undefined property: stdClass::$longitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531
Co-washing: addio allo shampoo e ai solfati per ricci naturali fantastici Co-washing: addio allo shampoo e ai solfati per ricci naturali fantastici
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

19 Comments

Co-washing: addio allo shampoo e ai solfati per ricci naturali fantastici

Co-washing: addio allo shampoo e ai solfati
maria

Il co-washing, abbreviazione di “conditioner washing” (lavaggio con il balsamo) è un metodo per il lavaggio dei capelli ricci che in inglese viene anche definito come “no-poo”, letteralmente “niente-cacca”, questo per sottolineare che si tratta di una tecnica di lavaggio dei capelli che evita l’uso di shampoo ed in particolare di solfati e altre schifezze chimiche, che, come spiegato in un precedente articolo, sono dannosi per la salute dei capelli e non solo.

Come già detto, il co washing non prevede l’uso dello shampoo. In pratica i capelli devono essere lavati solo con il balsamo.

Anche il balsamo, però, deve essere privo di siliconi e altri derivati del petrolio. Quindi scegliete un balsamo eco-bio o fatelo in casa.

Inoltre, se si decide di praticare il co-washing, bisogna anche optare per prodotti di styling (creme, gel, ecc) privi di siliconi e alcool, altrimenti quando si effettuerà il lavaggio il balsamo non sarà in grado di rimuovere i residui di prodotto.

Come per tutti i metodi, i risultati del cowashing variano da persona a persona, a seconda del tipo di capelli, però secondo me vale la pena provare. Chi l’ha testato promette capelli idratati e lucenti, ma, soprattutto, liberi dal crespo.

Prima di cominciare con il co-washing

  • Spuntate i capelli per eliminare le punte rovinate
  • Lavare i capelli con un normale shampoo per l’ultima volta. L’uso di uno shampoo contenente solfati in questo caso è utile per liberare i capelli dai siliconi contenuti in molti prodotti e che non sono idrosolubili.
  • Buttare via la spazzola e sostituirla con un pettine a denti larghi che non danneggia i capelli. In realtà il metodo migliore per districare i ricci è usare le dita. Qui potete imparare a districare i ricci con le mani. Ricordate di farlo solo con i capelli bagnati, altrimenti il crespo peggiorerà. In generale queste sono le regole da seguire per sciogliere i nodi.

Come lavare i capelli con il co-washing

  • Lavate la cute con un balsamo o maschera per capelli eco-bio. Distribuite il condizionatore sui capelli bagnati e massaggiare con la punta delle dita, soffermandovi sullo scalpo e le radici. Questo massaggio serve ad eliminare il crespo ed residui di prodotto (ad esempio gel o schiuma) e anche la forfora.
  • Risciacquate abbondantemente, continuando a massaggiare con le dita.
  • Applicate una nuova noce di condizionatore sui capelli e cominciate a districare dolcemente i capelli con la punta delle dita. (questo passaggio è opzionale. Se lavate i capelli frequentemente potete districare i capelli direttamente dopo la prima dose di balsamo).
  • Lasciate in posa per cinque minuti circa.
  • Risciacquate i capelli con acqua fredda o, se non siete così coraggiose, tiepida, per diminuire l’effetto crespo e conferire ai capelli una maggiore lucentezza.
  • Applicate i prodotti per lo styling (schiuma, olio, gel o ciò che preferite), sui capelli sono bagnati. Se usate più prodotti insieme, applicate prima quelli anti-crespo e solo dopo prodotti per definire (come il gel o cere). Anche in questo caso dovreste prediligere prodotti eco-bio.
  • Per diminuire il crespo, raccogliete I capelli all’interno di una t-shirt, asciugamani di carta o turbante di microfibra per eliminare l’eccesso di acqua.
  •  Asciugate i capelli con il diffusore o con la tecnica del plopping.

Di tanto in tanto, ad esempio una volta al mese, potrete utilizzare degli shampoo più delicati, ad esempio quelli che contengono i seguenti ingredienti, meno aggressivi dei classici solfati: cocamidopropyl betaine o coco betaine. Se l’idea di non usare lo shampoo vi fa inorridire, potete, anziché lavare i capelli con il balsamo, optare sempre per questo tipo di shampoo. Io personalmente alterno shampoo senza solfati e parabeni al balsamo.

Se provate il cowashing ma i risultati sembrano deludenti, non vi scoraggiate subito. Occorrono 5-6 settimane prima che i capelli si abituino al nuovo metodo.

Commentate numerose se avete provato questo metodo e buon co-washing a tutte!

 

penna-e-riccioflattenHai anche tu dei consigli da dare? Un prodotto da raccomandare? Scrivi subito un post su capelliricci.it

patrizia ha detto:

scusate ma quale dovrebbe essere l’effetto?
qualcuna di voi può dirmi il nome di un balsamo “condizionatore o come si chiama.. 🙂 <3

Valentina ha detto:

I siliconi sono: Cetearyl methicone, Cetyl Dimethicone, Cyclomethicone,
Cyclopentasiloxane, Dimethicone, Dimethiconol, Stearyl Dimethicone, Amodimethicone (and) Trideceth-12,
Amodimethicone, Cyclomethicone/Cyclopentasiloxane, Trimethylsilylamodimethicone.
Cioe tutto quello che finisce su: -cone, -conol, -col, -xane. Su questa tecnica i prodotti devono essere senza siliconi che stanno rovinando i capelli ricci 😉

maria ha detto:

Grazie Valentina per il tuo elenco!

Caterina ha detto:

…scusate l’ignoranza…ma per siliconi cosa intendete di preciso? cosa è da evitare? grazie mille!!!!

Michela ha detto:

Ciao ragazze,

in giro ho visto anche una variante in cui vengono utilizzati zucchero di canna e zucchero bianco uniti al balsamo…che ne pensate?

maria ha detto:

Grazie Dani per il tuo commento, avevo dimenticato delle informazioni importanti!

Dani ha detto:

Giusto un paio di note: Co-Washing sta per “conditioner washing”, ossia lavaggio con il balsamo (condizionatore o condizionante possono fuorviare alcune lettrici), ma non con un balsamo qualsiasi, bensì con uno che NON contenga siliconi ed altre schifezze varie (altrimenti tanto vale lavarsi con uno shampoo normale..). Bisogna prima trovare quello giusto e poi provare, ma ripeto che è necessario un prodotto quanto più naturale possibile.