Notice: Undefined property: stdClass::$latitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531

Notice: Undefined property: stdClass::$longitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531
6 consigli per districare i capelli ricci alla perfezione (o quasi) 6 consigli per districare i capelli ricci alla perfezione (o quasi)
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

No Comments

6 consigli per districare i capelli ricci alla perfezione (o quasi)

6 consigli per districare i capelli ricci alla perfezione (o quasi)

Districare i capelli ricci è importante. Ricci senza nodi = capelli belli. Ma come fare?

Ecco cinque consigli fondamentali.

1. Armatevi di Pazienza, pazienza, pazienza.

Per districare i capelli in modo ottimale ci vuole tempo. Sapevatelo. Soprattutto se avete i capelli lunghi. Soprattutto se avete i capelli…tanti. Io di solito comincio a districare per benino, lentamente, con la pazienza di Giobbe, ma dopo tre minuti sono già lì, a tirare come una pazza esagitata, che alla fine lo scarico della doccia è sempre intasato dai tre chili di capelli che sono venuti giù. In pratica dedico 3 minuti ad una sola, piccola ciocca di ricci e 2 minuti al il resto della mia fitta capigliatura.  Sbagliatissimo.

Quando sono stata a New York, nel salone di Devachan (sì, lo so, ormai vi ho fatto una testa così, la nomino sempre, ma per me è stata un’esperienza illuminante) c’hanno messo circa 20 minuti per districarmi i ricci. Loro che lo fanno di mestiere. Come posso pretendere io di farlo in 5 minuti?

2. Con la sola imposizione delle mani

Lasciate perdere pettini e pettinini, fatta eccezione per la Tangle Teezer, che pare essere miracolosa. Il modo migliore per districare i capelli ricci è usare le mani, o meglio, le dita.

Qui trovate una guida su come districare i capelli con le dita, con video tutorial.

3. Il balsamo non è mai abbastanza (e per questo finisce sempre prima dello shampoo)

balsamo e shampoo

Prima di cominciare la fase districante, applicate un’abbondante dose di balsamo o maschera (possibilmente senza siliconi). Distribuite delicatamente uniformemente e lasciate in posa almeno 5 minuti, affinché i capelli assorbano il prodotto.

4. Ciocca dopo ciocca

Per un risultato ottimale, dividete i capelli in sezioni e raccogliete ogni sezione con delle pinze o beccucci. Poi prendete una ciocca alla volta e districate. Una volta districata una ciocca, non avete bisogno di raccoglierla nuovamente. Anche se usate un pettine e non le dita, è consigliabile districare una ciocca alla volta, per evitare di strappare i capelli.

 5. Un lavoro senza fine

Sciogliere tutti i nodi è praticamente impossibile, quindi ad un certo punto, arrendetevi. Anche se qualche nodino rimane, i vostri capelli saranno sempre bellissimi.

6. Da bagnati, umidi o asciutti

La maggior parte di noi districa i capelli ricci durante la fase di lavaggio, quindi da bagnati, dopo aver applicato il balsamo.

Ma in realtà i ricci si possono ditricare anche da umidi. In questo caso converrebbe preparare una soluzione di acqua e balsamo e spruzzarla sui capelli prima di procedere.

Infine, è anche possibile districare i capelli da asciutti. Attenzione, sottolineo, districare e non pettinare. Se cercate dei consigli su come pettinare i capelli, ecco un articolo che fa al caso vostro.

Se volete districare i capelli da asciutti, il consiglio è quello di applicare un olio/soluzione oleosa per evitare di spezzare i capelli nel processo.

A questo punto la domanda è: perché mai districare i capelli da asciutti? Ebbene, considerato che ci vuole un buon quarto d’ora (se non di più) per districare i capelli per benino, non sarebbe bello farlo, ad esempio, comodamente seduti di fronte alla tv? Dopo aver districato i capelli guardando la tele si può passare alla fase più rapida dello shampoo.