Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

No Comments

La tecnica dell'Ananas per dormire ricci tranquilli

Stanche di svegliarvi la mattina con i capelli danneggiati dalle ore passate a rivoltarvi nel letto?

Se il cuscino di raso non è abbastanza per salvaguardare la tenuta dei vostri capelli durante la notte, ecco un altro metodo per dormire sonni tranquilli ed evitare di svegliarvi con la chioma scompigliata.

Si chiama Pineappling ed è una tecnica sviluppata su Internet dalla community del sito Naturally Curly.

Si tratta di una coda di cavallo molto alta, legata quasi vicino alla fronte per proteggere i ricci durante le ore del sonno.

Il nome, Pineappling, deriva da Pineapple, che significa Ananas, termine utilizzato perché la testa assume vagamente la forma del celebre frutto tropicale.

How to pineapple curly hair
NaturallyCurly

 

Ecco le istruzioni per mettere in pratica la tecnica del PINEAPPLING:

  • Piegarsi in avanti;
  • Raccogliere i capelli in una coda di cavallo sulla parte superiore della testa;
  • Fissare la coda con un elastico morbido, meglio se usate uno di quelli ricoperti di stoffa, senza stringere troppo;
  • Rialzarsi delicatamente;
  • Separare i capelli raccolti nella coda di cavallo in modo che metà ricadano sul lato destro e metà su quello sinistro;
  • Fissare le estremità dei ricci alla testa con delle mollettine;
  • Per ottenere un risultato perfetto, indossare una cuffia di raso durante la notte;
  • Al mattino rimuovere delicatamente la cuffia e l’elastico. I vostri ricci saranno perfetti, proprio come se fossero stati appena lavati.

Questa tecnica può essere anche utilizzata durante il giorno, specialmente durante l’estate, per evitare che il caldo e il sudore rovinino i vostri ricci.

Le uniche raccomandazione da seguire sono di legare i capelli senza fare troppi giri d’elastico, per evitare la formazione di pieghe e di dormire a pancia in su o in giù, evitando di restare sdraiati sul fianco, altrimenti il risultato sarà compromesso su un lato.

Per leggere l’articolo in inglese, seguite questo link.