Notice: Undefined property: stdClass::$latitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531

Notice: Undefined property: stdClass::$longitude in /web/htdocs/www.capelliricci.it/home/web-cont-wp/plugins/duracelltomi-google-tag-manager/public/frontend.php on line 531
L'immobilismo della piastra dipendente e le previsioni del crespo L'immobilismo della piastra dipendente e le previsioni del crespo
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Scroll to top

Top

No Comments

L'immobilismo della piastra dipendente e le previsioni del crespo

L’immobilismo della piastra dipendente e le previsioni del crespo
maria
  • On 17 Luglio 2015

Se c’è una cosa che adoro da quando ho smesso di piastrarmi i capelli, ormai tantissimi anni fa, questa è la libertà. La libertà di non dover organizzare la mia settimana in base ai turni di shampoo e piastra.

In effetti questo è uno degli aspetti più odiosi di quando non si accettano i propri ricci e non si può fare a meno della piastra.

Non ci si può lavare i capelli a caso, bisogna programmare, programmare non solo lo shampoo. Ma proprio tutto.

Ecco 7 esempi di come la vita di una riccia piastra dipendente giri attorno ai turni dello shampoo.

1. Oggi non posso, devo lavarmi i capelli

ogginonpossodevolavarmiicapelli

Quante volte avete detto di no ad inviti vari, perché dovevate lavarvi i capelli?

La gente non riccia piastra dipendente non può capire quanto tempo occorra tra il lavaggio con shampoo nutriente, balsamo districante, maschera idratante, olio stirante, filtro protettivo, spazzola, phon ed infine piastra ciocca per ciocca. E così interi pomeriggio buttati nel gabinetto, mentre le altre sono fuori a divertirsi.

non posso devo fare lo shampoo

Per non parlare di quando a metà strada ti accorgi che ti stanno venendo da schifo.

Sì, perché certi giorni la piega “dritta” sembra proprio andare storta. E quando ormai capisci che la situazione è irrecuperabile altro non puoi fare che ricominciare daccapo. E vai di shampoo.

fonte: buzzfeed.com

fonte: buzzfeed.com

 2. In palestra solo coi capelli sporchi

title (3)

 

Anche se hai fatto lo shampoo 8 giorni fa e tua nipote di 9 mesi ti ha spalmato la pastina al formaggino sui capelli.

Dopo che ci hai messo tre ore tra lavaggio, spazzola, phon e poi piastra, non ci pensi nemmeno a ripetere nuovamente lo stesso rituale domani.

Perché, sapevatelo, quelle postano i selfie dalla palestra e hanno i capelli in ordine, il trucco e neanche una goccia di sudore, i selfie se lo scattano prima di cominciare a muovere le cosiddette 🙂

Oppure vanno solo a farci un giro, in palestra.

seseiancorapresentabile

 

3. Sembra una scusa ma non lo è

title (5)

La mamma ti chiede di aiutarla a pulire le persiane, ma tu ti sei appena lavata e stirata i capelli?

“No, figurati, non posso. Se pulisco sudo e al primo sudore addio spaghetti.”
E non è una scusa per non aiutarla.

4. Mare o piastrare, questo è il dilemma

title (6)

I tuoi amici ti chiamano per invitarti ad andare al mare domani ma stasera hai una festa e hai programmato di piastrarti i capelli.

”E no, non è che domani puoi andare in acqua ad arricciarteli. Dilemma: vai al mare domani o alla festa stasera?”

5. Se mi schizzi ti ammazzo

title (4)

E se per caso decidi di andarci, in spiaggia? E’ qui che viene fuori la grande maestria della riccia piastra dipendente, una dote comune a pochi: Passare un’intera giornata in spiaggia e in acqua senza bagnarsi i capelli. L’importante è stare alla larga dai bambini, da quelli che vogliono giocare a pallavolo in acqua e sperare che non arrivi un’onda anomala. Salvo poi essere sorpresa dagli amici mentre dormi sul lettino, essere presa in braccio e buttata in mare.

6. Capelli che puzzano di fritto

title (7)

”Figlia, che dici, per cena ti friggo due patatine?”
”Fritto? Vade retro satana. Mamma, ma stai scherzando? Ho appena fatto la piastra, non posso impuzzunirmeli”.
Che poi, non so se avete notato, i capelli piastrati assorbono gli fumi e odori (e soprattutto quelli cattivi) che è una bellezza.

7. Le previsioni del crespo

title (8)

Chiami dal parrucchiere per prenotare taglio e piega.
”Ah, c’è posto domani pomeriggio? Non è che si potrebbe fare dopo domani? No, perché per domani Giuliacci prevede pioggia”.